È legge dal 2 Gennaio 2020 il Decreto Legislativo 163/2019 che stabilisce le sanzioni per la violazione degli obblighi imposti dalla disciplina FGAS.
Vediamo a quali sanzioni posso andare incontro coloro che non siano in regola con quanto previsto dalla normativa:

  • Multe fino a 50.000 € per le imprese che forniscono apparecchiature contenti gas fluorurati ad effetto serra non ermeticamente sigillate e/o senza acquisire la dichiarazione dall’acquirente;
  • Multe fino a 5.000 € per le imprese che forniscono dette apparecchiature senza aver inserito le necessarie informazioni presso la Banca Dati dedicata;
  • fino a 50.000 di sanzione per chi immette nel mercato apparecchiature non etichettate;
  • Sanzioni fino a 150.000 € per chi immette nel mercato apparecchiature caricate con idrofluorocarburi senza essere in possesso delle opportune autorizzazioni;
  • fino a 50.000 € per chi immette nel mercato dette apparecchiature in assenza di Dichiarazione di Conformità presentata all’Agenzia delle Dogane;
  • Arresto fino a 9 mesi e fino a 150.000 di ammenda per chi immette nel mercato idrofluorocarburi senza aver ottenuto il trasferimento di una quota FGAS;
  • Sanzioni fino a 50.000 € per chi immette nel mercato apparecchiature caricate con idroclorofluorocarburi senza la necessaria registrazione sul portale europeo BDR;
  • Sanzioni fino a 15.000 € per le imprese certificate che non inseriscono le informazioni nella prevista banca dati entro trenta giorni dalla data dell’intervento;
  • Sanzioni fino a 100.000 € per chi esercita senza il necessario certificato FGAS;
  • Sanzioni fino a 100.000 € per chi affida installazione, assistenza, smatellamento ad aziende prive del certificato FGAS;
  • Sanzioni fino a 50.000 € per chi fornisce gas fluorurati a soggetti non in possesso di certificato FGAS;
  • sanzioni fino a 50.000 € per soggetti che acquistano gas fluorurati senza il necessario certificato FGAS.

Le attività di controllo sono affidate ad una pluralità di attore. Dal Comando Carabinieri per la Tutela Ambientale (CCTA), al Istituto Superiore èer la Protezione e la Ricerca Ambientale, dalle Agenzie Regionali per la Protezione ambientale (ARPA), all’Agenzia delle Dogane.

Clicca qui per leggere il D.Lgs 163/2019

Sign up for our newsletter

Check your email to confirm tour subscription.